Come si legge una prescrizione oculistica?

Saper leggere in modo corretto le informazioni contenute nella prescrizione oculistica agevola il confronto con l’ottico al momento della scelta degli occhiali da vista.

- 5 Minuti di lettura

Se soffri di un disturbo visivo ti sarà capitato di avere tra le mani una prescrizione oculistica a conclusione di un test della vista. Questo documento è graficamente composto da due semicerchi e una tabella, con accanto diverse sigle e numeri. Ma come fanno queste informazioni a indicare all’ottico quale tipo di quali lenti da vista abbiamo bisogno?

A prima vista leggere una prescrizione oculistica sembra un’operazione complessa. Tuttavia, conoscere il significato dei dati più importanti è molto facile: in questo modo si possono comprendere le caratteristiche principali del proprio difetto visivo e avere una serie di informazioni utili per orientarsi nella scelta degli occhiali da vista.

Come leggere la ricetta oculistica

Come anticipato, se si osserva una prescrizione oculistica notiamo innanzitutto un grafico composto da due semicerchi e una tabella, che incorporano un insieme di abbreviazioni di lettere, numeri positivi e/o negativi e parole complete.

I semicerchi rappresentano l’asse dell’occhio destro e sinistro, con un valore che viene poi riportato anche nella tabella, divisa in tre colonne (sfera, cilindro e asse) e in tre righe (da vicino, intermedia e lontano) per coprire tutti i possibili difetti visivi.

Ma che cosa vogliono dire abbreviazioni e numeri riportati? Si può rendere comprensibile a tutti il linguaggio oculistico?

Vediamo le informazioni principali contenute in una prescrizione oculistica:

  • OD sta per “oculus dexter”, ovvero l’occhio destro;
  • OS sta per “oculus sinister”, ovvero l’occhio sinistro;
  • OU significa “oculus uterque”, ovvero entrambi gli occhi;
  • NV indica la visione da vicino;
  • DV indica la visione da lontano;
  • PD indica la distanza interpupillare, ovvero la distanza tra le tue pupille.

Cosa vuol dire SF e CIL?

Le tre colonne della tabella presente nella prescrizione oculistica riportano poi i tre valori fondamentali per la correzione dei difetti visivi:

  • la casella sfera (SF o SPH) contiene l’indicazione delle diottrie da correggere, con numeri che possono essere negativi (in caso di miopia) o positivi (per ipermetropia);
  • la casella cilindro (CIL o CYL) è rilevante solo per le persone con astigmatismo e si riferisce alla potenza della lente necessaria per affrontarlo. I pazienti con astigmatismo necessitano infatti di una correzione della vista cilindrica anziché sferica;
  • anche la casella asse (AX) si riferisce alle persone affette da astigmatismo, e determina l'orientamento della correzione. Cilindro e asse sono inseparabile: non puoi averne uno senza l'altro.

Vedi tutti i modelli

 

Cosa significano i numeri nella tabella?

Tutti i numeri riportati nella tabella, nella colonna “sfera” o in quella “cilindro”, si riferiscono alle diottrie necessarie a correggere il difetto visivo riscontrato nel paziente.

Le diottrie, infatti, sono l’unità di misura del potere di rifrazione di una lente: numeri più grandi corrispondono a una maggiore potenza ottica e, quindi, a un difetto visivo più significativo; numeri più bassi indicano che il difetto visivo non è molto rilevante e non ha bisogno di lenti con grande potere ottico.

I numeri che indicano le diottrie necessarie a correggere il difetto visivo del paziente possono essere positivi o negativi, in base al tipo di errore di rifrazione nell'occhio:

  • i numeri negativi indicano la presenza di miopia, che comporta una difficoltà a vedere da lontano;
  • i numeri positivi indicano invece la presenza di ipermetropia, ovvero la difficoltà a vedere da vicino.

Se si utilizzano le lenti a contatto, soprattutto in caso di difetti superiori alle 4 diottrie la prescrizione oculistica contiene spesso l’ulteriore dicitura “sovra correzione per lenti a contatto”, in cui viene indicato il diverso potere correttivo che dovranno avere le lentine.

Hai appena effettuato una visita oculistica e sei in possesso di una prescrizione oculistica? Vieni a trovarci nei nostri negozi GrandVision, i nostri esperti sono a tua disposizione per aiutarti nella scelta del dispositivo ottico più indicato per le tue esigenze.

 

Scopri i negozi più vicini a te!

 

 

Leggi anche: