Le lenti a contatto sono detraibili: ecco come fare

Non tutti sanno che il costo annuale delle lenti a contatto e di tutti gli accessori necessari alla loro pulizia può essere detratto quando si compila la dichiarazione dei redditi. Scopriamo in che misura e a quali condizioni.

- 5 Minuti di lettura

Le lenti a contatto sono un dispositivo sanitario utilizzato da un numero sempre maggiore di persone, sia per le normali attività quotidiane che per praticare attività sportive quando si preferisce non indossare gli occhiali da vista. Non tutti sanno però che le lenti a contatto sono detraibili, in quanto si tratta di dispositivi sanitari.

Questo significa che il loro costo può essere portato in detrazione quando si compila l’annuale dichiarazione dei redditi.

Non solo, anche il liquido delle lenti a contatto è detraibile. La spesa annuale per l’acquisto di questi dispositivi medici, così come dei liquidi per la loro manutenzione, può avere un impatto significativo sul budget familiare, soprattutto quando i membri della famiglia affetti da disturbi visivi sono più di uno.

La possibilità di portare in detrazione nel 730 le lenti a contatto è valida per il dichiarante e per i familiari a suo carico. Tale detrazione può essere richiesta anche se la dichiarazione dei redditi viene presentata in forma diversa, ad esempio attraverso la compilazione del Modello Unico.

Che cosa significa il termine "detrazione"?

Questo termine viene spesso confuso con quello di deduzione fiscale. In realtà, le due operazioni sono sostanzialmente diverse tra loro. Ecco come funzionano:

  • le deduzioni fiscali vengono sottratte direttamente dal reddito prodotto, prima del calcolo delle imposte. Sono dunque agevolazioni che concorrono direttamente a determinare il reddito imponibile, ovvero il valore di riferimento per stabilire le somme da versare al Fisco;
  • le detrazioni fiscali, invece, si sottraggono dopo aver calcolato l’imposta sul reddito imponibile, e riducono l’ammontare della somma dovuta al Fisco in relazione a percentuali prestabilite per legge o in base a cifre predeterminate.

Come funziona la detrazione?

Ora che abbiamo chiarito cosa significa portare in detrazione una spesa nella dichiarazione dei redditi, vediamo nel dettaglio come funziona la detrazione delle spese mediche e, in particolare, del costo delle lenti a contatto e dei liquidi per la pulizia e manutenzione dei dispositivi.

Per poter usufruire di questo vantaggio fiscale è fondamentale:

  • che le lenti a contatto siano state acquistate per correggere un difetto visivo. Soltanto in questo caso rientrano tra i dispositivi medici e possono essere detratte. Il discorso non vale, ad esempio, per le lenti a contatto colorate;
  • effettuare l’acquisto con un metodo di pagamento tracciabile;
  • conservare lo scontrino fiscale o la fattura d’acquisto. Questi devono riportare i dati della persona che effettua la spesa. Deve inoltre essere presente il codice fiscale, che può essere anche quello di un familiare a carico;
  • che il documento fiscale contenga una descrizione dettagliata del prodotto acquistato (marca, quantità, tipologia, etc.);
  • in caso di fattura, deve essere indicata anche la marcatura CE, necessaria a dimostrare la conformità del prodotto acquistato alla Direttiva Europea 93/42/CEE che detta le regole di progettazione e realizzazione dei dispositivi medici.

Vedi tutte le lenti a contatto

 

Se si rispettano tutti questi requisiti, si può usufruire della detrazione delle spese sostenute nell’arco dell’anno per l’acquisto di lenti a contatto e delle soluzioni per la loro pulizia e conservazione.

Questi costi, tuttavia, non sono detraibili per il loro intero ammontare: come tutte le spese mediche, anche le lenti a contatto si possono detrarre nella misura del 19%, con applicazione di una franchigia di 129,11 euro.

Questo significa in pratica che, se non si supera la franchigia, non si ha diritto alla detrazione. Dunque, per poter sfruttare questa agevolazione quando si compila la dichiarazione annuale dei redditi occorre aver speso nell’arco dell’anno una somma superiore alla soglia minima di 129,11 euro. Inoltre, solo l’importo eccedente questa cifra, nella misura del 19%, sarà portato in detrazione.

Per fare un esempio, se nell’arco dell’anno sono stati spesi 500 euro per lenti a contatto e soluzioni, si potranno detrarre soltanto 70,47 euro, ovvero il 19% dell’importo compreso tra la spesa effettivamente sostenuta e la soglia minima stabilita come franchigia.

Devi acquistare delle lenti a contatto? Scopri tutte le offerte disponibili sul nostro sito o vieni a trovarci in uno dei nostri negozi GrandVision.

 

Scopri i negozi più vicini a te!

 

 

Leggi anche: