A ottobre test della vista gratuiti!

A ottobre test della vista gratuiti!

Ottobre è per antonomasia il mese della prevenzione, e ciò vale anche per il controllo della vista, che durante tutto il mese può essere effettuato gratuitamente presso numerosi centri ottici.

- 3 Minuti di lettura

In occasione del Mese della Vista, ottobre, GrandVision ricorda a tutti l’importanza della prevenzione e della cura degli occhi, offrendo a tutti il test della vista gratuito.

Scegli il negozio più vicino a te e prenota il tuo appuntamento

Ma come si svolge l’esame della vista? Bisogna prepararsi in qualche modo?

Come funziona una visita oculistica

Un esame oculistico è costituito da una serie di test che servono a valutare un diverso aspetto della vista e verificare la presenza di malattie agli occhi, attraverso l’uso di una varietà di strumenti.

Esistono tre diversi tipi di specialisti della vista:

- Gli Oftalmologi (Oculisti), medici che forniscono cure oculistiche complete, come ad esempio un esame oculistico completo, la prescrizione di lenti correttive, la diagnosi e il trattamento di malattie oculari complesse e l'esecuzione di interventi chirurgici agli occhi;

- Gli Optometristi, che offrono molti degli stessi servizi degli oftalmologi, come la valutazione della vista, la prescrizione di lenti correttive, la diagnosi di disturbi oculari comuni e il trattamento di malattie oculari selezionate con farmaci. Per i problemi più complessi o che necessitano di un intervento chirurgico, consigliano di rivolgersi ad un oculista.

- Gli Ottici, che compilano le prescrizioni per gli occhiali e vendono anche lenti a contatto, mentre non possono fornire valutazioni sulla salute degli occhi.

Prima di sottoporre i clienti al vero e proprio controllo della vista, gli specialisti raccolgono una serie di informazioni utili al successivo test, verificando innanzitutto se si è in possesso di una prescrizione oculistica recente, ovvero a quando risale l’ultima prescrizione.

A questo punto, si procede alla rilevazione dei dati degli occhiali eventualmente in uso, grazie ad un particolare strumento chiamato frontifocometro, e si raccolgono informazioni sulla tipologia di lenti da vista utilizzate: da vicino o da lontano, progressive, bifocali, anti-affaticamento, fotocromatiche e così via. Nel caso il cliente faccia uso di lenti a contatto, si prende nota anche della tipologia e gradazione delle lenti utilizzate (potere refrattivo).

Terminata la visita del professionista, si discutono i risultati di tutti i test, e lo specialista può prescrivere delle lenti correttive, oppure suggerire misure preventive che è possibile adottare per proteggere la vista. Se il controllo della vista produce altri risultati anomali, lo specialista suggerirà al cliente di effettuare degli accertamenti più approfonditi presso uno studio oculistico.

Quando fare una visita oculistica

Diversi fattori possono determinare la frequenza con cui è necessario un esame della vista, tra cui l'età, la salute e il rischio di sviluppare problemi agli occhi. In generale, se non si hanno sintomi di problemi alla vista, è opportuno seguire queste tempistiche:

- ogni 5-10 anni se si ha un’età compresa tra i 20 e i 30 anni;

- ogni due o quattro anni se si ha un’età compresa trai  40 e i 54 anni;

- ogni 1-3 anni tra i 55 ed i 64 anni;

- ogni uno o due anni dopo i 65 anni.

Se si indossano occhiali o lenti a contatto, oppure in caso di malattie cronache che espongono a maggiori rischi di malattie agli occhi, come il diabete, oppure si assumono farmaci che possono avere  effetti collaterali sugli occhi, è opportuno sottoporsi a visite oculistiche più frequenti.

Se è passato molto tempo dalla vostra ultima visita oculistica, approfittate del Mese della Vista e prenotatene una presso un centro GrandVision, che offre sempre la possibilità di effettuare controlli della vista gratuiti nei suoi negozi presenti in tutta Italia, prenotabili on line con pochi semplici click!